Finis terrae

Una perla, vi offro una perla del mio amico Vincenzo. Ogni mia parola, imperativo stanco, sarebbe di troppo.

Senza titolo 

L’imperativo della parola
chiede una voce.

Sono come nella periferia
di un paese del Capo sul mare,
con una vista e un vento battesimali
e navigo come viaggiatore con radici
a strascico.

Vincenzo Errico, Taccuino Blu.

Annunci

Autore: Antonio

Potevo nascere ovunque ma solo nel mio Salento potevo venire al mondo, da generazioni di contadini che hanno lasciato le loro impronte tra gli alberi di ulivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...