Piccola storia ignobile

Quelle che seguono sono delle strisce di Gary Trudeau riprese dal sito di Doonsbury.
Le strisce, disegnate a partire dal 12 marzo scorso, parlano delle leggi antiabortiste approvate di recente in Texas dal governatore Rick Perry del partito repubblicano. La pubblicazione di queste stesse strisce è stata rifiutata da molti giornali in Texas pur descrivendo in maniera implacabilmente fedele la situazione che deve affrontare ogni donna che decida di abortire in Texas.
Perché censurarla? A parte i casi di servilismo nei confronti del potere da parte di molti giornalisti, in Italia siamo maestri della pratica e gli USA non fanno eccezione, credo ci sia qualcosa di più profondo. La satira è tra le poche cose che funziona da specchio per il ridicolo. Il potente che si è reso ridicolo ma è convinto di non esserlo vede nella satira la sua immagine per quello che è, quella di un uomo ridicolo. La satira è specchio del ridicolo persino quando è puramente descrittiva della quotidianità. Nel caso delle strisce di Gary Trudeau la satira non è stata solo specchio del ridicolo, è stata anche specchio della crudeltà. In queste strisce molti sostenitori cosiddetti pro-life si sono visti per quello che sono, ridicoli e crudeli. Ecco perché la satira viene censurata.

Cliccate sulle immagini per ingrandirle.

– mi scusi, è qui che posso fare l’ecografia?
– sì, signorina…
– questo sarebbe il suo primo aborto?
– sì.
– allora dovrà compilare questo modulo, per favore prenda posto nella stanza della vergogna.
– in cosa?
– un legislatore maschio di mezza età sarà qui in un momento.

– signorina? Sono Sid Patrick, uno dei promotori della legge texana sull’ecografia…
– si?
– questa sarebbe la sua prima visita in questo centro?
– no, ho usato il servizio contraccezione per qualche tempo.
– vedo.
– i suoi genitori sanno che lei è un troia? Sicuramente lo sospetteranno.
infermiera!

– “nel nome del governatore Rick Perry, le do il benvenuto al suo esame transvaginale coatto…”
– “questa procedura invasiva è obbligatoria per chiunque cerchi di fermare una vita innocente non ancora nata nello stato del Texas…”
– “dopo aver incontrato il suo feto, le verrà dato del materiale in stampa approvato dallo Stato che spiega le conseguenze delle sue azioni…”
– perché mi sta leggendo tutto questo?
– “…poiché il suo dottore non può essere attendibile a farlo.”

– ma io non voglio una ecografia transvaginale!
– spiacente, signorina, lei è al primo trimestre…
– i maschi repubblicani che governano il Texas esigono che tutte le aspiranti abortiste siano esaminate con una bacchetta della vergogna da 25 centimetri.
– mi farà male?
– beh, non è piacevole, dolcezza…
– ma il Texas pensa che tu ci avresti dovuto pensare.
– per l’autorità di cui sono investito dal veccho partito repubblicano, io ti stupro.

– signorina, per aiutarla ad avere una decisione informata, il vecchio partito repubblicano del Texas esige che lei abbia un incontro intimo con il suo feto.
– di conseguenza, per legge, io sono tenuto a discutere le caratteristiche fisiche del suo feto in tempo reale.
– ok, vediamo, quel punto lì potrebbe essere un polmone, ma non trattenermi su questo. E quella è una gamba, e quel puntino possono essere i genitali.
– devo descrivere le sue speranze e i sogni?
– se vuole essere il prossimo Rick Perry, io ho preso la mia decisione.

– bene, questo è incredibilmente spiacevole, dove posso andare per un aborto fai da te?
– spiacente, dolcezza, lei deve tornare domani. C’è un periodo di attesa di 24 ore.
– cosa? perché?
– il partito repubblicano spera che lei venga presa nella spirale della vergogna e cambi idea.
– un oltraggio totale.
– non del tutto. Ecco qui il suo conto.

Annunci

Autore: Antonio

Potevo nascere ovunque ma solo nel mio Salento potevo venire al mondo, da generazioni di contadini che hanno lasciato le loro impronte tra gli alberi di ulivo.

3 thoughts on “Piccola storia ignobile”

  1. per la satira: se pensi che la guzzanti, per aver detto in tv cose che poi sono state confermate vere, è stata censurata fino all'altra settimana, giorno in cui ha fatto ritorno e solo su la7, la rai è ancora terrorizzata!
    per la violenza e l'ipocrisia: basta pensare che hanno combattuto per mantenere schiavitù e tratta degli schiavi! che t'aspetti oggi? è come se la padania vincesse la sua battaglia di indipendenza e tra un secolo ci si stupisse se lì succedono cose “strane” e anacronistiche.
    ciao, bel post, laura

  2. Macca, gli USA sono un grande paese, con tante contraddizioni, nel senso che puoi trovare tutto e il suo contrario. Ho qualche difficoltà a prendere quel paese come modello di riferimento della libertà per via di una declinazione della libertà troppo individuale (e spesso solo economica), ad ogni modo penso che i repubblicani siano un bubbone nel cuore di quel paese.

    Laura, riguardo la tua osservazione sulla violenza e l'ipocrisia ne concludo che noi abbiamo un aggravante perché negli USA c'è stata davvero una guerra di secessione mentre noi ancora non l'abbiamo fatta eppure in padania succedono cose strane e nascono soggetti strani e anacronistici. Secondo me deve essere caduto un'asteroide da quelle parti. Grazie per l'apprezzamento. A presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...