Linea di confine

Passano i morti
sui monti, vigili e indifferenti,
sul paese dal nome color sangue,
passano i morti, lievi
come vento di valle.

Profumo d’erba confonde
sensi disattenti di visitatori estivi
sfiorati appena dall’inferno
nascosto sotto pietre
coperte di muschio.

Passano i morti,
in maniche di camicia,
passano schivi,
come animali selvatici.
Nessuna guida alpina scorge
segni di presenza
che solo radici di larici
sanno leggere
e volo di rapaci.

Annunci

Autore: Antonio

Potevo nascere ovunque ma solo nel mio Salento potevo venire al mondo, da generazioni di contadini che hanno lasciato le loro impronte tra gli alberi di ulivo.

8 thoughts on “Linea di confine”

  1. Quanti eccidi sui nostri monti meravigliosi, in cornici naturali di incorrotta bellezza e serenità tale che la discrepanza tra quelle e l'orrore che lì si è consumato aumenta a dismisura l'abominio.

  2. A 2100 metri sui monti di passo Tonale, sulle macerie di forte Saccarana, lungo la linea di confine dell'impero austro-ungarico a poca distanza da Vermiglio…è lì che ho appuntato queste poche parole. Grazie dei vostri commenti.

  3. Quando immagino i morti, li immagino al di sopra delle follie umane, li immagino superiori nello spirito e indifferenti ormai nella pace e nel perdono. Una poesia lacerante, con versi che fanno onore e commuovono.

    Ciao caro amico

    Nou

  4. Grazie Nou, per le tue visite e per il tuo commento. Io non so vederli come dici tu, ma penso che le impronte lasciate nell'aria, con il corpo, con la voce non si chiudano immediatamente alle nostre spalle. Quando noi, i quasi vivi, incrociamo quelle impronte allora ricordiamo. Ciao carissima Nou.

  5. ogni essere umano appare e poi scompare dalla scena, nei più svariati modi, ma della stessa sostanza è fatta la vita e la morte, tutto ciò che esiste è energia quantica.
    ciao

  6. Della sostanza di vita e morte dici, energia sì, ma diversamente organizzata direbbe quell'altro discorso poetico che è della scienza, dove l'entropia ha il suo ruolo. Un saluto a te e grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...