E’ morto un comunista

XII

Pensammo una torre.
Scavammo nella polvere.

XXIV

Da noi discendete. Da ciò che fummo.
La rosa non ci sarebbe.
Se ci cancelli, s’apre un abisso.

Pietro Ingrao, Da L’accaduto. In Il dubbio dei vincitori, 1986.

EXIT

E un tratto mi perdo, mi sporgo:
da un ciglio stupefatto
i gridi, e duelli, le catene
del conflitto,
l’impallidire degli eventi
l’ondularsi inconoscibile della distanza.
Rari suoni ormai dal labbro, prima del silenzio.

Pietro Ingrao, Da Prediche serali. In L’alta febbre del fare, 1994.

Annunci

Autore: Antonio

Potevo nascere ovunque ma solo nel mio Salento potevo venire al mondo, da generazioni di contadini che hanno lasciato le loro impronte tra gli alberi di ulivo.

2 thoughts on “E’ morto un comunista”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...