Non è una poesia!

Qualche giorno fa il ministro inglese Jeremy Hunt ha chiesto un secondo referendum in caso di accordo sulle frontiere. Ho proposto in fb una traccia per una possibile risposta. La ripropongo qui per lettori più attenti.

Mio caro ministro,
Avendo letto la sua lettera
A me spetta l’onere di rispondere,
Non avendo altri cui delegare
Di tale compito l’esecuzione.
A noi sta il compito
Tiranno di dare seguito
E compimento al voto
Volontario e democratico
Espresso pochi giorni fa
Nel Regno Unito
E senza indugio evitare
Attese deleterie per questa già
Fragile Europa.
Faccia i suoi giochi altrove
Affrontando l’esito dell’azzardo
Nei confronti della
Comunità nominalmente
Unita.
Lei capirà se non mi dilungo oltre,
Ossequi.

PS – Occhio alla prima lettera di ogni verso.

Annunci

Autore: Antonio

Potevo nascere ovunque ma solo nel mio Salento potevo venire al mondo, da generazioni di contadini che hanno lasciato le loro impronte tra gli alberi di ulivo.

3 thoughts on “Non è una poesia!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...