non ho titoli

Facciamola finita con queste gimkane retoriche dei balordi, degli ultrà e panzane cantando. Chiediamoci piuttosto perché questi sedicenti balordi trovino accoglienza politica e (im)morale in movimenti di chiara matrice fascista e razzista. Chiediamoci come mai anche quando sarebbero moderati trovino sostegno in personaggi che non hanno nulla da insegnare se non odio e discriminazione. Da parte mia sottoscrivo di nuovo quanto detto da Michela Murgia: “I cattivi maestri del fascista e razzista che ha ucciso Emmanuel Chidi Namdi e picchiato sua moglie Chinyery siedono in Senato: sono quelli che dieci mesi fa hanno negato l’autorizzazione a procedere contro Calderoli quando diede dell’orango a Cecile Kyenge Era critica politica, affermarono, mica razzismo, e lo dissero senza distinzione di partito, compresi 81 senatori del PD e 3 di Sel che oggi si dichiareranno certamente sconvolti e turbati davanti a tutti i microfoni dei media. Questo succede a pensare che le parole non abbiano conseguenze. Ipocriti.”
Aggiungo che questi fascisti e razzisti continuano a trovare sostegno in quanti per ignoranza o disegno, anche in rete con i miserabili post da puntini sulle i, continuano a ignorare la matrice politica e sociale di questo crimine.

Direttamente su fb

Un post brevissimo solo per informare che è possibile seguire Direttamente-Onlus su facebook  all’indirizzo https://www.facebook.com/direttamenteonlus/ anche se non sei registrato.

Nella pagina facebook troverete foto dei bambini, filmati e qualsiasi aggiornamento io abbia da  Hands of Love Educational Centre, la scuola per bambini disagiati di Kariobangi (Nairobi) che Direttamente sostiene da quando è nata.
Condividete i nostri post, fate conoscere la realtà di Kariobangi, parlatene soprattutto ai più piccoli, fateli sentire vicini ai loro coetanei lontani.
Nella pagina facebook troverete inoltre notizie delle iniziative di raccolta fondi pubblicate anche sul sito di Direttamente e rilanciate da questo blog.

Informati sulle attività di Direttamente, ti daremo tutte le informazioni che desideri. Se sei di Roma contattaci, potresti partecipare a una delle nostre iniziative di raccolta fondi.

Ricorda che puoi sostenere Hands of Love Educational Centre con il 5 x 1000 o con piccole donazioni tramite bonifico su conto corrente bancario intestato a Direttamente-Onlus presso Banca Etica, Filiale di Roma.
IBAN: IT77 N050 1803 2000 0000 0176973 (causale: erogazione liberale).

Dona il tuo 5 x 1000
Codice Fiscale: 97790950584

Prossime iniziative di Direttamente

Direttamente Onlus propone nuove iniziative per raccogliere fondi per Hands of Love Educational Centre, la scuola di Nairobi per bambini disagiati.
Ognuno scelga secondo il proprio gusto ma partecipate, perché è grazie alla vostra partecipazione che possiamo continuare a sostenere la scuola di Nairobi.

Poesia e musica
venerdì 27 maggio ore 21.00
(Programma)

Una serata a cura di Vincenzo Errico e Anna Maria Curci

al Villaggio Cultura – Pentatonic, Viale Oscar Sinigaglia 18, Roma (http://www.villaggiocultura.it/).
Ingresso con tessera ARCI 2016 (possibilità di tesseramento in sede, costo 5 euro).
Il locale può ospitare fino a 50 persone.
Per prenotare un tavolo inviare una email a direttamenteonlus@gmail.com
Offerta libera per Direttamente.

Una passeggiata sull’Appia Antica
domenica 5 giugno, ore 10.45
(Programma)

La Regina Viarum in un itinerario guidato tra sepolcri romani di età repubblicana e imperiale, che ci porterà dal Mausoleo di Cecilia Metella alle più interessanti sepolture, attraverso le tenute suburbane della Roma post-rinascimentale.
Biglietto di ingresso al Mausoleo di Cecilia Metella:
6 euro (3 euro fra 18 e 25 anni, gratis sotto i 18).
Appuntamento davanti al Mausoleo di Cecilia Metella – durata visita 2 ore e pic-nic offerto da Direttamente nei pressi del Mausoleo.
Per prenotare inviare una email a direttamenteonlus@gmail.com
Offerta libera per Direttamente.

Un mondo esclusivo!

Dopo l’esclusione di alcuni bambini autistici dalla partecipazione a gite scolastiche invito tutti a pensare seriamente che tipo di mondo costruiremo se l’esclusione resterà l’unico criterio di organizzazione delle nostre società. Cosa resterà dentro il recinto da cui saranno eslusi i reietti? Escluderemo gli autistici, i poco produttivi, quelli che non si integrano nel codice condiviso dell’era contemporanea del produttivismo e dell’efficienza. Escluderemo i poveri che non spendono e rivendicano diritti, escluderemo i disabili che fanno aumentare le spese mediche, escluderemo i vecchi che non servono più al mondo del lavoro. Che mondo sarà il mondo dell’esclusione? Sarà un mondo esclusivo! Mentre butto giù questo triste sfogo ascolto la musica scritta da un sordo e nel video scorrono le immagini di un folle. Che mondo sarà il mondo senza la sorpresa di chi non potrà mai essere inquadrabile nello schema che riteniamo normale, efficiente, produttivo? Prima è stato escluso Giulio, pochi giorni dopo una bambina che sarebbe dovuta andare a Mathausen dove tempo fa si celebrò il falò degli esclusi. Che mondo stiamo costruendo?

Delle trivelle e altro

Il 16 aprile prossimo ci saranno due eventi da ricordare.

Direttamente Onlus organizza una vendita di libri usati presso gli amici della Giufà Libreria Caffè per sostenere le attività della scuola di Nairobi. L’appuntamento è dalle 10.30 alle 17.00 circa, Via degli Aurunci, 38, 00185 Roma (zona San Lorenzo). Se vivete a Roma o siete di passaggio vi aspettiamo numerosi e vi chiediamo naturalmente di fare passa parola.

L’altro evento ha sicuramente maggiore risonanza ed è il referendum del 17 aprile per proporre l’abrogazione della norma che concede di protrarre le concessioni per estrarre idrocarburi entro 12 miglia nautiche dalla costa italiana sino a esaurimento della vita utile dei rispettivi giacimenti. Se il referendum approverà l’abrogazione, le concessioni giungeranno alla scadenza prevista senza poter essere rinnovate ulteriormente. Io andrò a votare e voterò SI’ perché ritengo necessario stabilire un limite, sia pure convenzionale, alle attività economiche. Alcuni osservatori fanno notare che in caso di vittoria dei sì le trivelle potrebbero spostarsi poco oltre le 12 miglia. A questa osservazione è facile replicare che con la vittoria del no o con il fallimento del referendum le trivelle potrebbero spostarsi in futuro ben prima delle 12 miglia. Ad ogni modo il messaggio da dare in maniera stentorea è che non tutto è possibile.

Per una informazione dettagliata sulle ragioni del sì leggete questo sito.

***


Da ACT 

Una grande onda, come quella di Hokusai, ma nera, e sullo sfondo una trivella. Questa è l’opera di Shepad Fairey alla Galo Art Gallery, nome d’arte Obey the Giant, ossia uno dei più grandi street artist al mondo e colui ha dipinto il volto di Obama per il famosissimo manifesto Hope.

Marco Grimaldi, consigliere regionale in Piemonte ha scritto una lettera a Obey chiedendo di utilizzare quest’opera per la campagna sul referendum del 17 aprile.

Ha detto sì, come noi diremo sì al blocco delle concessioni per estrarre gas e petrolio entro 12 miglia dalla costa italiana, per difendere il Mediterraneo e il suo ecosistema.

A chi segue questo blog

Ci avviciniamo al momento della dichiarazione dei redditi e voglio ricordarvi che anche Direttamente-Onlus può ricevere il 5 per mille.

Basta una firma nel riquadro per la scelta del 5×1000 “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale… ” e scrivere il Codice Fiscale:

 
97790950584

Direttamente sostiene la scuola Hands Of Love Development Centre di Kariobangi, Nairobi. Questa è un’organizzazione non-profit nata a gennaio 2008 in seguito a un’iniziativa locale, immediatamente sostenuta e promossa dal nostro amico Terry Little. La scuola offre un ambiente accogliente e un pasto nutriente a bambini svantaggiati della zona; è una scuola a tempo pieno tenuta da 6 insegnanti e 3 assistenti keniani con, al momento, circa 80 bambini tra i 3 e i 9 anni, divisi in 5 classi. La scuola offre istruzione, due pasti al giorno e, grazie all’accordo con altre associazioni non-profit, assistenza medica. Tutto gratuitamente.

Ma quello che rende possibile il nostro sostegno è che il costo giornaliero di un bambino, per tutto questo, è di circa 1 euro, il costo di un caffè.

Grazie per il vostro sostegno.